Prossimi incontri per la progettazione partecipata

Mercoledì 17 ottobre 2018 e mercoledì 31 ottobre 2018 si svolgeranno i prossimi incontri per la fase di progettazione partecipata del progetto LOOPER. Siete tutti invitati a partecipare ed è possibile proporre soluzioni fin d’ora in modalità online con lo strumento “Proposte ed idee” del sito.

Gli incontri si terranno alle ore 18 presso la Sala Consiliare della 5^ Circoscrizione in via Benedetti 26/b.

Primo incontro per la progettazione partecipata

Il 5 ottobre 2018 alle ore 20:45 presso la Sala Caduti di Nassiriya, via Mantovana 66, si terrà il primo incontro per la fase di progettazione partecipata del progetto LOOPER.

Con l’occasione verranno presentati e discussi con i partecipanti i risultati della campagnia di co-monitoraggio, che si è svolta tra Febbraio e Aprile 2018, verrà presentato lo strumento online per la raccolta delle idee e si comincerà a discutere sulle possibili soluzioni di mitigazione da applicare nell’area.

Prossima conferenza stampa

Il 12 luglio 2018 alle ore 12:00 presso la Sala Arazzi di Palazzo Barbieri si terrà la conferenza stampa sullo stato di avanzamento del progetto LOOPER.

Con l’occasione l’Assessore all’Ambiente, dott.ssa Segala, presenterà i primi risultati della campagnia di co-monitoraggio che si è svolta tra Febbraio e Aprile 2018. Tale campagnia è ancora attiva con misurazioni di inquinamento acustico, con l’utilizzo di “noise boxes”, e di polveri sottili (PM2.5), con l’utilizzo dei dispositivi “Air Beam”.

Il terzo incontro del LLL di Verona

Il terzo incontro si è svolto in data 7 Febbraio presso l’area denominata Ca’ di David. Hanno esposto durante la serata il prof. Massimiliano Condotta dell’Università Iuav di Venezia, il prof. Giovanni Borga dell’Università Iuav di Venezia, la dott.ssa Chiara Scanagatta dell’Università Iuav di Venezia e Chiara Martinelli di Legambiente Verona. Era inoltre presente Riccardo Tardiani in rappresentanza dell’ufficio tecnico Ambiente del Comune di Verona.

Hanno partecipato al terzo LLL 13 cittadini dell’area interessata, quasi tutti residenti nella zona di Ca’ di David e quartiere Sacra Famiglia.

L’incontro si è svolto con l’obiettivo di spiegare l’utilizzo dello strumento di geotagging e l’individuazione definitiva di punti su cui effettuare il rilevamento degli ossidi di azoto (NOx) attraverso l’installazione dei radielli.

Hanno aperto l’incontro Chiara Martinelli e Massimiliano Condotta spiegando brevemente il progetto e a che punto si trova. Successivamente il tecnico del Comune di Verona, Riccardo Tardiani espone ai presenti le spese sostenute all’interno del progetto per quanto riguarda l’aspetto del monitoraggio dell’inquinamento atmosferico, vengono inoltre dettagliate le spese di progetto.

Prosegue l’incontro il prof. Giovanni Borga, che spiega ai presenti il funzionamento della web app di Geotagging. Si tratta di una mappa digitale su cui i cittadini possono segnalare i punti critici della città di Verona. I punti potranno essere segnalati richiedendo a Legambiente l’apertura di un account personalizzato, da cui i partecipanti potranno accedere alla mappa consultabile sul sito www.crowdmapping.eu. I dati da segnalare potranno riguardare criticità quali traffico, orari di punta di incolonnamenti stradali, aree particolarmente intasate, ma anche le aree verdi saranno punti di interesse per fare valutazioni sulla vivibilità dell’area.

Successivamente l’incontro è proseguito con l’individuazione, insieme ai presenti, dei punti a Ca’ di David su cui effettuare il rilevamento degli ossidi di azoto (NOx) attraverso l’installazione dei radielli da parte di Legambiente Verona. I punti scelti a Cadidavid sono stati i seguenti:

  1. Via Colonnello Fasoli, 117
  2. Piazza Roma, 6

Nella fase finale della riunione sono stati individuati assieme ai partecipanti altri 3 punti di monitoraggio degli NOx in cui verranno posizionati i radielli. L’aumento dei punti di monitoraggio è stato possibile grazie ad un piccolo sforzo economico sul progetto, dopo la forte richiesta dei partecipanti di ampliare l’area di monitoraggio.

I punti scelti ad integrazione sono i seguenti:

  1. Via Vigasio, 2
  2. Via Bengasi, 3
  3. Via Legnago, 126

Viene definito di iniziare i monitoraggi attraverso l’installazione dei radielli da giovedì 15 febbraio, in questa data verranno posizionati anche i mezzi mobili ARPAV e lo skypost ARPAV.

Il secondo incontro del LLL di Verona

Il secondo incontro si è svolto in data 24 Gennaio presso la sede di Legambiente Verona. Hanno esposto durante la serata il prof. Massimiliano Condotta dell’Università Iuav di Venezia, la dott.ssa Chiara Scanagatta dell’Università Iuav di Venezia e Chiara Martinelli di Legambiente Verona. Era inoltre presente Riccardo Tardiani in rappresentanza dell’ufficio tecnico Ambiente del Comune di Verona.

Presenti al secondo Living Lab di progetto 15 persone, di cui alcuni cittadini residenti nell’area interessata, 3 membri del comitato Verona Sud ed un membro del Comitato di Ca’ di David.

Hanno aperto l’incontro Chiara Martinelli e Massimiliano Condotta spiegando brevemente a che punto è il progetto, quali sono i dati raccolti nel primo incontro del LLL ed hanno enfatizzato la necessità di trovare aree in cui si possa intervenire con soluzioni mitigative al problema del traffico veicolare che inquina l’aria.

Nella prima parte della riunione è stato presentato da Legambiente un radiello (sensore passivo) analogo a quelli che verranno posizionati presso abitazioni e luoghi da individuare. I radielli, dispositivi forniti da ARPAV, monitoreranno gli ossidi di azoto, saranno posizionati ad un’altezza variabile tra il piano terra e il primo piano delle abitazioni, e saranno in funzione per un periodo variabile da una settimana a 15 giorni, in base alle condizioni meteorologiche. I radielli presentano una percentuale di errore nel rilevamento che si attesta attorno al 30%, ne verranno posizionati quindi due per punto, per valutarne l’effettiva attendibilità del dato. L’installazione dei dispositivi, su specifiche di ARPAV, sarà curata da personale di Legambiente, per assicurare la procedura corretta di installazione.

Oltre ai radilelli saranno posizionate 2 centraline mobili messe a disposizione dal Comune di Verona, ed una centralina mobile di Legambiente.

Viene presentato da Chiara Scanagatta il funzionamento degli strumenti che misurano l’inquinamento rumoroso, di cui due già a disposizione del progetto che sono stati consegnati ai partecipanti durante la serata, scelti in base a caratteristiche idonee del luogo dove lavorano o risiedono.

Mappa con i risultati del primo incontro del 12 Dicembre 2017 che ha svolto il ruolo di punto di partenza per il secondo incontro

L’incontro è proseguito con l’individuazione dei luoghi idonei al monitoraggio atmosferico, per mezzo di due mappe stampate dell’area borgo Roma/ZAI/S.Lucia/Golosine. I presenti hanno potuto discutere e ragionare sull’individuazione di punti in cui effettuare i rilevamenti tenendo conto del fatto che successivamente si dovrà essere in grado di proporre soluzioni mitigative al traffico veicolare, e quindi di luoghi fisici su cui si possa intervenire.

Dopo discussione sul periodo di monitoraggio (febbraio – aprile) da scegliere per un solo ciclo di rilievi, si opta per individuare 7 punti con monitoraggio da effettuare entro febbraio attraverso i radielli e di ripetere il monitoraggio in corrispondenza di Vinitaly (5-20 aprile 2018) per valutare quanto le manifestazioni fieristiche influiscano sul traffico e quindi sull’inquinamento dell’aria.

I sette punti individuati e proposti per effettuare la campagna di co-monitoraggio sono i seguenti:

  1. Scuola Primaria “6 Maggio 1848” in Via Belloni 1, Verona, ( 2 radielli)
  2. Quarta Circoscrizione in Via Tevere 38, Verona, (2 radielli)
  3. Istituto Tecnico Economico Statale Luigi Einaudi in Via San Giacomo 13 Verona, dove verranno utilizzati (2 radielli)
  4. Scuola media statale “Mario Mazza” in Via Udine 2, Verona, dove verranno utilizzati ( 2 radielli + mezzo ARPAV Mobile)
  5. Incrocio Via Scopoli con Viale del Lavoro, (stazione mobile dell’Arpa Veneto presumibilmente dal 5 al 20 di aprile)
  6. (Basilica di Santa Teresa di Gesù Bambino in via Volturno 1 Verona o) Chiesa San Giovanni Battista in Via Scuderlando 305 ( 2 radielli)
  7. Parrocchia Santa Maria Assunta in Via Ottaviano Caccia 5, dove (2 radielli)
  8. In più è stato individuato un eventuale ulteriore punto: Via Valeggio 47

Tali luoghi non sono tuttavia ancora definitivi, si attende infatti il prossimo incontro con i cittadini, che si terrà mercoledì 7 Febbraio, per raccogliere ulteriori eventuali adesioni e proposte.

Il primo incontro del LOOPER Living Lab (LLL) di Verona

Il 12 Dicembre si è svolto il primo incontro del LOOPER Living Lab di Verona presso Borgo Roma. Durante questo incontro è stato spiegato dal prof. Peron dell’Università Iuav di Venezia quali sono le caratteristiche dell’inquinamento dell’aria e come funzionano i sensori.

I cittadini durante la spiegazione su come effettuare una campagna di monitoraggio

L’incontro ha riscosso successo come numero di partecipanti ed è stato possibile raccogliere dati molto interessanti in merito alle problematiche dell’area e alle possibili posizioni dei sensori a disposizione.

I cittadini che lavorano sulla mappa per indicare le problematiche presenti

 

Incontro 22 Novembre 2018

L’incontro del 22 Novembre 2018 di presentazione del progetto LOOPER, tenutosi presso l’AGSM Forum di Verona, ha riscosso un notevole successo data la presenza di circa sessanta cittadini interessati alla questione con diverse motivazioni.

L’Assessore all’Ambiente, dott.ssa Segala, durante il suo intervento
Il prof. Condotta dell’Università Iuav di Venezia durante il suo intervento
Chiara Martinelli di Legambiente Verona durante il suo intervento

 

Hanno esposto quanto previsto dal progetto l’Assessore all’Ambiente di Verona, dott.ssa Segala, il professore Condotta dell’Università Iuav di Venezia e Chiara Martinelli di Legambiente Verona.

I partecipanti all’incontro

A seguito della presentazione è stata data la possibilità ai partecipanti a porre domande per eventuali chiarimenti ed è stato richiesto di esprimere la propria volontà a partecipare attraverso un questionario.

Il questionario per la partecipazione al progeto LOOPER

Presentazione del progetto LOOPER

È stato presentato questa mattina in Sala Arazzi a Palazzo Barbieri il progetto europeo “LOOPER” (“Learning Loops in the Public Realm”), al via a Verona nei prossimi giorni, presenti l’Assessore all’Ambiente del Comune di Verona Ilaria Segala e la presidente di Legambiente Verona Chiara Martinelli.

“L’Amministrazione Comunale di Verona – dichiara l’Assessore all’Ambiente Ilaria Segala – partecipa con interesse a questo progetto europeo, sia per le caratteristiche innovative e sperimentali che verranno messe in atto, sia per la possibilità di condurre ulteriori analisi ed effettuare un focus specifico sull’area di Verona Sud, raccogliendo le proposte partecipative e vagliandone le possibili soluzioni. Invito la cittadinanza a partecipare al primo incontro pubblico di presentazione in programma domani sera”.

Il Progetto LOOPER, co-finanziato nell’ambito del programma europeo Urban Europe, ha l’obiettivo di migliorare i processi di co-progettazione all’interno del governo urbano e della pianificazione, attraverso metodologie partecipative, con la creazione di Urban Living Labs di cittadini e portatori di interesse.  e una piattaforma tecnologica condivisa da tutti gli Urban Living Labs europei del progetto LOOPER. Il soggetto capofila è la Vrije University di Bruxelles, le città coinvolte quelle di Bruxelles, Manchester e Verona.

Per la parte italiana collaboreranno l’Università IUAV di Venezia – capofila italiano – il Comune di Verona e Legambiente Verona. La tematica scelta per Verona è quella dell’inquinamento atmosferico (aria e rumore): attraverso strumentazioni e metodologie sperimentali, verranno monitorati alcuni indicatori ambientali nella zona di Verona Sud, ricercando, attraverso un percorso partecipato, possibili soluzioni alle criticità emergenti, monitorando in seguito la realizzazione di azioni migliorative.

Il primo incontro pubblico di presentazione del progetto “LOOPER” si terrà martedì 22 novembre 2017 alle ore 18.00 presso l’AGSM Forum, già Palazzetto dello Sport, Piazzale Atleti Azzurri d’Italia,1.

Durante la serata di presentazione, a cui sono invitati a partecipare cittadini, associazioni, commercianti e tutti i portatori di interesse, verrà richiesta adesione al progetto, per partecipare attivamente alla pianificazione partecipata, o per rimanere aggiornati sugli sviluppi del progetto.

Ogni informazione potrà essere richiesta contattando la sede di Legambiente Verona scrivendo a: looper@legambienteverona.it

La locandina di invito all’incontro del 22 Novembre 2018